logo_icon-oval copy

Un sistema divertente che si integra in modo facile con le abitudini di spesa e aiuta a risparmiare in vista di un obiettivo futuro. Questa la promessa di Oval Money, il progetto che si è aggiudicato la Fintech competition 25DX25K lanciata lo scorso marzo da b-ventures, il programma di accelerazione di DOCOMO Digital (divisione europea di NTT DOCOMO). Fondata da Claudio Bedino (COO), Edoardo Benedetto (CTO) e Benedetta Arese Lucini (CEO), Oval riceverà un finanziamento di 25.000 euro e 25 settimane di mentoring specializzato, con la possibilità di condividere gli uffici di b-ventures a Milano e Londra.

“Siamo felici di accogliere Oval nel nostro portfolio, la startup è forte di un team completo e con significativa esperienza - ha commentato Mauro Del Rio, fondatore di b-ventures - Questa applicazione risponde a un bisogno reale, è efficace e semplice da usare, e si avvale di una componente social differenziante rispetto ad altre soluzioni analoghe sul mercato. Le sinergie tra Oval e la soluzione di mCommerce di DOCOMO Digital sono evidenti, il lavoro che faremo insieme ci permetterà di sfruttare al meglio le opportunità di business congiunte, nonché accelerare e massimizzare la crescita di Oval”.

Oval Money è infatti un'app collegata al conto corrente e alla carta di credito in grado di produrre statistiche sulle spese di ogni utente con semplici tool automatici. Monitorando le spese e i flussi di denaro e imparando le abitudini finanziarie di ogni utente, Oval incoraggia a risparmiare attraverso microtransazioni che spostano piccoli importi dal conto corrente a un conto di risparmio, completamente sicuro e garantito, restando tuttavia accessibili in qualunque momento. Questo nuovo comportamento, seguito passo dopo passo e motivato dalla community, rende le persone finanziariamente più affidabili, migliorando così il rapporto che ogni Ovaler ha con le proprie finanze.

Secondo il Trust Barometer Index di Edelman, il settore finanziario oggi risulta quello con un grado di fiducia minore - ha commentato Benedetta Arese Lucini, CEO di Oval Money - tuttavia le nuove tecnologie e, in questo caso, i pagamenti elettronici possono aiutare a incrementarlo. Con Oval Money volevamo creare un marketplace di idee di risparmio alimentato dagli utenti che gli altri potessero imitare. Considerato che al momento solo il 15% della popolazione mondiale giovanile ha accesso a un conto di risparmio, Oval si presenta come soluzione ideale per entrare in questo mercato. Per poter raggiungere la nostra visione, siamo alla ricerca di persone che vogliono unirsi al team per scommettere con noi”.

Disponibile al momento ancora in beta privata nel Regno Unito, a cui si può accedere iscrivendosi alla waiting list su www.ovalmoney.com, Oval Money nasce tuttavia già con un respiro europeo, essendo una società londinese con sede anche in Italia. I suoi fondatori hanno accumulato oltre trent’anni di competenze in ambito startup e hanno lavorato su progetti di sharing economy e fintech, oltre a poter vantare un considerevole bagaglio di esperienze nazionali e internazionali.